segui il mio blog

“Sono un criceto selvaggio”
Il blog di Vanessa Navicelli

Una volta stavo sfogliando una rivista e sono stata inspiegabilmente attratta da un articolo dal titolo:
“Il criceto. Ecco tutte le dritte per accudirlo.”
C’era anche la foto di un criceto, dritto in piedi, che mi fissava.
Era simpatico, così ho letto l’articolo e… cavolo, ero io!

Sono quelle cose che non ti verrebbero mai in mente.
Voglio dire: se per gioco qualcuno chiede quale animale ti rappresenta, è ben difficile sentir rispondere “il criceto”!
Eppure… oh, non si può mica negare l’evidenza!
Riporto alcuni stralci essenziali dell’articolo (che custodisco tuttora).

“Il criceto è piuttosto solitario. Detesta dividere il suo spazio con un partner.
Se volete prenderne una coppia, meglio della stessa cucciolata. E nei primi periodi vigilate perché non scoppino liti violente.
[Abbiamo bisogno dei nostri spazi, i criceti ed io. Basta lasciarceli e non picchiamo nessuno.]

Attenzione: se il piccolo si abitua a vivere solo, da adulto rifiuterà qualunque coinquilino.
[… Le case sono così piccole…]

No al sole e ai colpi d’aria. La sua gabbia va collocata in un posto tranquillo, lontano dai raggi diretti del sole e dalle correnti d’aria.
[Sì, siamo delicati: e allora?!]

Ricordate che il criceto è un animale abbastanza notturno, quindi in camera da letto potrebbe disturbarvi.
[Perché il criceto lo sa che la notte è la parte migliore della giornata.]

Il criceto ha un certo carattere e, se maneggiato bruscamente, potrebbe mordere.
[Maneggiatemi con cura, che è meglio!]

È prudente e diffidente.
[Ha capito come va il mondo! È realista.]

Ha bisogno di spazio. Meglio usare gabbie grandi oppure più gabbie collegate da un tunnel.
[Se uno passa un sacco di tempo nella sua gabbia/casa, dovrà pur avere un po’ di spazio! – Il tunnel a me non datelo perché soffro di claustrofobia. Gabbia grande!]

È importante che ci sia un nascondiglio nella gabbia, perché al criceto piace nascondersi.
[Ohi, no, dico… Non è che uno può stare in vetrina tutto il tempo. Eccheccavolo, avremo pur diritto a un po’ di privacy!]

Non gli servono vaccinazioni, ma è fondamentale una sana alimentazione.
[A me qualche vaccinazione l’hanno fatta, eh.]

Frutta e verdure fresche, ben lavate e mai fredde di frigorifero.
[Uh, la roba fredda-fredda fa malissimo!]

Niente aglio e cipolla.
[Ah, sì! Altrimenti indigestione assicurata. E comunque… meglio anche per chi ci frequenta.]

Per l’acquisto, rivolgetevi a un negozio specializzato, stando attenti che l’animale sia sano: occhi vispi e puliti, naso asciutto e respiro silenzioso.”

[OK. Io non sono in vendita. E comunque, se qualcuno si azzarda a controllare se ho il naso asciutto… lo mordo!]

separatore

recensioni Merilù

Chi è la Merilù?

La Merilù è una signora dolce e paffutella. Socievole e sorridente. Gentile con l’universo intero. Ama i fiorellini e i dolcetti (offritele un biscotto e ve la farete amica per sempre). Se Winnie The Pooh dovesse incarnarsi in un essere vivente… ecco, sarebbe la Merilù! Il suo migliore amico è Angelo, un cagnolone che le arriva alla […]

2n comments
Top Five _Png

GIUGNO

1) Sarà scontato, ma… la messa online del mio libro! (Non ci credo ancora…) Be’, anche la realizzazione del booktrailer (il primo della mia vita). 2) Gli amici. Tutti quelli che in questo mese che precedeva l’inizio della promozione libro e della messa online del sito mi hanno dato una mano, ci sono stati, e […]

0 comments
Lacrima Facile

Lacrima facile (gruppo di auto-sostegno)

Io piango tantissimo. (Detto così, sembra quasi me ne voglia vantare. No, è solo una presa di coscienza della situazione.) Se sono felice, se sono triste, se sono arrabbiata. Se qualcuno è gentile, se qualcuno è sgarbato. Se leggo un bel libro, vedo un bel film, ascolto una bella musica. Se qualcuno mi racconta una […]

0 comments
faccia a faccia

Faccia a faccia

Stavo rivedendo quel film con Bruce Willis, “Faccia a faccia”, in cui lui incontra se stesso bambino (di 8 anni). Non si piacciono. Ma proprio per niente. E da lì nascono tutta una serie di vicende e di ripensamenti su come potrebbe essere diversa la loro vita, sia nel presente che nel passato. Be’, comunque. […]

0 comments
che l'avventura abbia inizio

Che l’avventura abbia inizio!

Ci siamo. Ora ci siamo. Sono passati 9 mesi esatti da quando ho iniziato questo progetto (il tempo di una gravidanza!). Premessa: scrivo da tanto. Ho fatto tutta la gavetta che ho potuto. Ho fatto il possibile per crescere e migliorarmi, in questi anni. Non che sia finita: no, no, c’è tanto da crescere ancora, […]

4n comments